Dott. Giuseppe Marino - specialista in ricorsi tributari - www.studiomarino.com  orari d'ufficio 9.30-12.30 e 15.30-18.30

  081/5706339       081/0060351           Consulenza a pagamento                                    

La rateizzazione delle Cartelle direttamente ad Equitalia fino a 72 rate
Ultimo aggiornamento 14/03/2010
SPECIALISTA IN RICORSI AVVERSO CARTELLE ESATTORIALI, FERMI AMMINISTRATIVI, IPOTECHE, ACCERTAMENTI

 

La Legge 31/2008 stabilisce per i ruoli fino a 2mila euro la rateizzazione fino a 18 rate e senza verifica da parte degli uffici, su istanza del contribuente senza alcuna verifica da parte degli uffici. Per gli importi superiori, invece, occorre accertare lo stato di temporanea difficoltà del contribuente documentabile con unico con reddito basso o estratto di c/c a rosso o con poca liquidità. Per le somme superiori a 50mila euro, è possibile la rateizzazione soltanto con la costituzione di una  garanzia ipoteca volontaria sugli immobili o fidejussione bancaria o assicurativa, ma occorre l'autorizzazione dell'ente creditore del ruolo.  La gestione della nuova procedura è affidata completamente a Equitalia e non più agli uffici che hanno formato i ruoli. Fa eccezione l'Inps, che conserva il doppio binario: resta possibile chiedere la dilazione del pagamento dei debiti direttamente all'Istituto di previdenza Gli esclusi Non è possibile chiedere la rateazione per i ruoli relativi alla riscossione spontanea, per i quali il ruolo rappresenta lo strumento ordinario di pagamento e non consegue a un inadempimento del contribuente. È il caso, per esempio, delle cartelle Tarsu .

La decadenza Il debitore perde il beneficio della rateazione se non paga la prima rata o, successivamente, due rate.

Non mancano pero' le perplessità Equitalia accetta le rateizzazioni solo se vengono richieste tutte le cartelle, in sostanza non ammettono le istanze di rateizzazioni parziali.

Per ottenere la rateizzazioni basta presentare un'apposita istanza senza marca da bollo su modulo equitalia ed allegare fotocopia del documento d'identità del richiedente, se si tratta di società e' necessaria una visura camerale.