Opzione per il Regime contabile

Opzione per il Regime contabile

Prevale il comportamento concludente a prescindere dalla opzione, che se manca è soltanto sanzionabile, ma non fa venir meno la scelta.

Come si effettua l’opzione? Con la scelta nella dichiarazione di inizio attività, oppure con la dichiarazione Iva.

Ad esempio per il 2020, l’opzione è comunque esercitabile con la dichiarazione Iva 2021.

Le modalità di opzione per il regime contabile (semplificato, ordinario, forfettario) sono disciplinate dall’art.1 del D.P.R. 442/1997, recante la disciplina delle opzioni in materia di Iva e di imposte dirette.

L’agenzia delle entrate ha chiarito la portata della norma con la circolare 209/E/1998, chiarendo che il concetto di opzione basato esclusivamente sulla formalità della comunicazione a seguito del D.P.R. 442/1997, la comunicazione dell’opzione o della revoca del regime che il contribuente intende adottare si desume esclusivamente il concreto comportamento adottato dal contribuente, la omessa o tardiva comunicazione comporta conseguenze esclusivamente ai fini sanzionatori.

Cosa s’intende per comportamento concludente? manifestazioni effettive della scelta quali l’effettuazione delle liquidazioni e dei versamenti periodici dell’Iva con cadenza trimestrale anziché mensile (in tal senso circ.209/E/1998), l’emissione di fatture attive senza applicazione dell’Iva con l’indicazione del regime forfettario ex articolo 1, commi 54 – 89, L. 190/2014 (in tal senso circ. 10/E/2016), l’adozione del regime fiscale di cui alla L. 398/1991 da parte delle A.S.D. (in tal senso circ.1/E/2018).

Napoli 20/07/2021

Dott. Luigi Marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.