Dott. Giuseppe Marino - specialista in ricorsi tributari - www.studiomarino.com     Copyright©Riproduzione riservata

  081/5706339         081/0060351           Consulenza Gratuita    (solo per e-mail o via fax)                                    

Orari d'ufficio 9.30-12.30 e 15.30 - 18.30     La consulenza gratuita e' ammessa via e-mail o via fax ,viene fornita a campione non e' garantita la risposta a tutti.

             

EFFETTUIAMO RICORSI IN TUTTA ITALIA - VISITA IL NUOVO SITO WWW.DIFESATRIBUTARIA.IT  RICCO DI SENTENZE AGGIORNATE FAVOREVOLI AL CONTRIBUENTE

La sospensione dei termini feriali
Ultimo aggiornamento 24/11/2014
SPECIALISTA I RICORSI AVVERSO AVVISID DI ACCERTAMENTO, CARTELLE, INTIMAZIONI, IPOECHE E FERMI AMMINISTRATIVI

Per un parere via fax compilare il modulo e allegare copia dell'accertamento  e inviarlo allo 081/0060351

Cartelle Esattoriali Fermo amministrat. Ipoteca Esattoria Vizi atti tributari Atti Impugnabili

EFFETTUIAMO RICORSI IN TUTTA ITALIA

Siamo tutti uguali davanti alla Legge, ma non tutti i Giudici sono Uguali tra loro


Quando un ricorso viene notificato e i termini per l'impugnazione vengono a essere computati nel periodo feriale il termine è sospeso. L'art.1 della Legge 7/10/1969 n.742 stabilisce che i termini per proporre ricorso sono sospesi    dal  01 agosto al 15 settembre, l’art. 16 del decreto Legge 12.09.2014 n° 132 , G.U. 12.09.2014  modifica con decorrenza 01/01/2015  l’art. 1 della legge n. 742 del 1969 riducendo il periodo di sospensione feriale dei termini processuali, prima fissato “dal 1° agosto al 15 settembre di ciascun anno”, al periodo “dal 6 al 31 agosto di ciascun anno. Pertanto, a partire dal 2015 la sospensione feriale avrà una durata di 26 giorni, e non più di 46.  

I nuovi termini di cui all'art.1 della Legge 7/10/1969 n.742  sono iseguenti

dal 01 agosto al 15 settembre di ciascun anno fino al 2014

dal 06 agosto al 31 agosto di ciascun anno dal 2015

Pertanto, a partire dal 2015 la sospensione feriale avrà una durata di 26 giorni, e non più di 46.  per il periodo feriale. di ciascun anno, e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione. Ove il decorso abbia inizio durante il periodo di sospensione, l'inizio stesso è differito alla fine di detto periodo. La stessa disposizione si applica per il termine stabilito dall'art. 201 del codice di procedura penale.

Come affermato dalla Cassazione a Sezioni Unite civili con sentenza n. 3668/1995 - sentenza n.7757/2007 non ha alcun fondamento logico la distinzione concettuale tra decorso e computo del termine, in quanto "nel decorso del termine entra soltanto ciò che si computa, non ciò che non si computa. Il dies a quo, che non viene computato nel termine, quindi, non è neppure parte del decorso". In parole semplici il primo giorno non si computa, ma si computa l'ultimo

 

Cosa significa la sospensione dei termini feriali? ad esempio una cartella notificata il 05/08/2014 in base alle norme in vigore nel 2014 si ha per notificata il 16/09/2014 e dal tale data decorrono i 60 giorni per fare ricorso, altro esempio una cartella notificata il 02/06/2014 scade il 01/08/2014 e quindi viene prorogata al 16/09/2014 ovviamente secondo le norme del 2014, che cambieranno nel 2015

Ma la sospensione si applica a tutto? No soltanto quando si ricorre a un Giudice ecco come funziona

TIPO ATTO TERMINI SOSPENSIONE FERIALE
RICORSO TRIBUTARIO 60 GIORNI SI
RICORSO TRIBUTARIO CON MEDIAZIONE 90 GIORNI SI MA SOLTANTO DAL 02/03/2014
DEPOSITO DOCUMENTI NEL PROCESSO 20 GIORNI SI
DEPOSITO MEMORIE 10 GIORNI SI
RIASSUNZIONE 6 MESI O TERMINE DEL GIUDICE SI
APPELLO 6 MESI SI
AVVISO BONARIO - TERMINE PER PAGARE 30 GIORNI NO
CARTELLA  - TERMINE PER PAGARE 60 GIORNI NO
     
     
     
     
     
     
La Corte Costituzionale:
    - con sentenza 7 febbraio 1985, n. 40,  ha  dichiarato  l'illegittimità costituzionale del presente art. 1, nella parte in cui non dispone  che  la
sospensione ivi prevista si applica anche al termine  di  cui  all'art.  5, primo e secondo comma, della L. 25 giugno 1865, n. 2359;
    - con sentenza 22 maggio 1987, n. 255,  ha  dichiarato  l'illegittimità costituzionale del presente art. 1, nella parte in cui non dispone  che  la
sospensione ivi prevista si applichi anche al termine di cui  all'art.  19, primo comma, della L. 22 ottobre 1971, n. 865 ("Programmi  e  coordinamento
dell'edilizia residenziale pubblica; norme sull'espropriazione per pubblica utilità; modifiche ed integrazioni alle leggi 17 agosto 1942,n.1150;  18
aprile 1962, n. 167; 29 settembre 1964, n. 847; ed autorizzazione di  spesa per  interventi  straordinari  nel  settore   dell'edilizia   residenziale,
agevolata e convenzionata") nel testo sostituito dall'art. 14 della  L.  28 gennaio 1977, n. 10 ("Norme per la edificabilità dei suoli");
    - con sentenza 22 maggio 1987, n. 278,  ha  dichiarato  l'illegittimità costituzionale, in  riferimento  all'art.3,  primo  comma,  Costituzione,
dell'art. 1, nella parte in cui non  prevede  la  sospensione  dei  termini processuali, nel periodo feriale, relativamente  ai  processi  militari  in
tempo di pace;
    - con sentenza  31  gennaio-2  febbraio  1990,  n.  49,  ha  dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 1, nella parte in cui non  dispone
che la sospensione ivi prevista si applichi al termine di trenta giorni, di cui  all'art.  1137  codice  civile,  per  l'impugnazione  delle   deliberedell'assemblea di condominio.

 

 

SCADENZIARIO TRIBUTARIO

LA NOTA DI DEPOSITO

Copyright©Riproduzione riservata