Accertamento limitato al pvc

Divieto dei motivi aggiunti anche al Fisco Non è consentito al fisco addurre nuove ragioni nel processo oltre quelle indicate nell’avviso di accertamento e di conseguenza nel pvc, l’obbligo di motivazione dell’atto impositivo persegue il fine di porre il contribuente in condizione di conoscere la pretesa impositiva in misura tale…

Continua a leggere

Accertamento nullo con motivazione acritica con motivazione per relationem al pvc della GdF

L’accertamento dell’agenzia delle entrate che si riporta esclusivamente al p.v.c. della gdf senza alcuna valutazione o analisi critica deve essere considerato nullo Riferimento normativo: Art.7 della l. 212/2000 Riferimenti giurisprudenziali: Cass.29878/2020, Cass. 5903/2019 e Cass.5904/2019; Cass.3978/2017 e Cass. 21509/2010 La motivazione dell’avviso di accertamento regolata dall’art. 7 della legge 27…

Continua a leggere

I presupposti dell’accertamento parziale, l’impugnazione a seguito dell’adesione, la non tassatività degli atti impugnabili

I presupposti dell’accertamento parziale, l’impugnazione a seguito dell’adesione, la non tassatività degli atti impugnabili ex art. 19 del Dlgs 546/92 Riferimenti normativi: Art.19 Dlgs 546/92, Art. 5bis e Art. 2, comma 3, d.lgs. n. 218/1997, Art. 24 della L. n. 4/1929, Art. 41-bis DPR  n. 60073, Art. 54, quarto comma,…

Continua a leggere

Il processo verbale di constatazione in una verifica fiscale

Il processo verbale di constatazione (pvc) in una verifica fiscale Firmare senza contestare equivale ad accettare ciò che contestano i verificatori, possono essere presentate memorie entro 60 gioni dal rilascio e l’agenzia delle entrate non può notificare  salvo giustificata urgenza, l’accertamento prima dei 60 giorni concessi al contribuente. L’ufficio delle…

Continua a leggere