Accertamento a tavolino

Accertamenti a tavolino, cosa sono e cosa cambia Individuarli e saperli valutare normativamente è indispensabile L’accertamento deve essere sempre preceduto da contraddittorio endoprocedimentale, in particolare quando si tratta di Iva, tributi doganali e sanzioni. Per gli altri tributi è escluso soltanto l’accertamento a tavolino, ossia con verifica fiscale o acquisizione…

Continua a leggere

Nullità degli atti fiscali emessi dall’agenzia delle entrate incompetente

Nullità dell’atto impositivo per incompetenza territoriale della Direzione Provinciale o dell’agenzia entrate riscossione. E’ nulla la cartella emessa e notificata da un concessionario non competente territorialmente, gli artt. 12, comma 1, e 24, comma 1, del d.P.R. n. 602 del 1973, delimitano la competenza per territorio del concessionario con riguardo,…

Continua a leggere

Accertamento limitato al pvc

Divieto dei motivi aggiunti anche al Fisco Non è consentito al fisco addurre nuove ragioni nel processo oltre quelle indicate nell’avviso di accertamento e di conseguenza nel pvc, l’obbligo di motivazione dell’atto impositivo persegue il fine di porre il contribuente in condizione di conoscere la pretesa impositiva in misura tale…

Continua a leggere

Accertamento del socio receduto nullo senza allegazione dell’accertamento della società

In tema di accertamento nei confronti del socio di società a ristretta partecipazione, sociale, ove tra l’anno d’imposta sottoposto ad accertamento e il momento della notificazione alla società dell’atto impositivo il socio sia receduto dalla società, è nullo l’avviso di accertamento a lui notificato per i maggiori redditi di capitale…

Continua a leggere

Accertamento anticipato prima dei 60 giorni dal pvc nullo senza motivazione effettiva

Accertamento ante tempus, emesso prima di 60 giorni nullo senza effettive ragioni d’urgenza L’accertamento emesso prima di 60 gg dal pvc, rende nullo l’accertamento, senza le effettive ragioni d’urgenza, che non basta siano evidenziate nell’accertamento, ma devono effettivamente essere fondate e sussistenti. La violazione è applicabile anche ai tributi armonizzati…

Continua a leggere

Lieve inadempimento e i pericoli della decadenza dal rateizzo degli accertamenti o degli avvisi bonari.  

In materia di rateizzi di avvisi bonari o di accertamenti, la decadenza comporta l’applicazione della sanzione per intero. Se non siete sicuri di poter pagare il rateizzo è consigliabile definire le sole sanzioni, in ogni caso c’è il ravvedimento, la causa di forza maggiore e l’istituto del lieve inadempimento che…

Continua a leggere

Notifica al socio illimitatamente responsabile soltanto previa escussione del capitale sociale

La notifica della cartella o dell’accertamento notificato al socio illimitatamente responsabile di snc o sas in qualità di coobbligato senza previa escussione del capitale sociale è illegittima  Riferimenti normativi: art. 2304 cc, art. 25 Dpr 602/73  Riferimenti giurisprudenziali: Cass. SSUU 28709/2020, Cass. n. 4959/2017  La Cassazione, con la Sentenza Sezioni…

Continua a leggere

Notifica tributaria, sanatoria, nullità, inesistenza, non applicabile la sanatoria se l’atto è decaduto, poste private

La sanatoria del difetto di notificazione per il raggiungimento dello scopo, nullità e inesistenza della notifica, il caso di inapplicabilità della sanatoria per avvenuta decadenza. L’inesistenza delle notifiche tramite società private. Tutto ciò che bisogna sapere per far annullare gli atti tributari con competenza e senza errori L’evoluzione della giurisprudenza…

Continua a leggere

La Notificazione degli atti tributari agli eredi del contribuente deceduto

La Notificazione degli atti tributari agli eredi del contribuente deceduto (De Cujus) In base alle norme del nostro ordinamento, gli atti vanno notificati entro un anno dalla morte del contribuente, con notificazione agli eredi collettivamente e impersonalmente, nell’ultimo domicilio del defunto. Quindi entro un anno se il Sig. Mario Rossi…

Continua a leggere

Ruolo straordinario non motivato cartella nulla

Dopo l’avviso di accertamento non definitivo, ruolo straordinario motivato a pena di nullità E’ abitudine ormai consolidata da parte dell’agenzia delle entrate di emettere cartella di pagamento, dopo l’atto di recupero per indebita compensazione o accertamenti non esecutivi, senza alcuna motivazione. Tale modus operandi è illegittimo, l’iscrizione a ruolo in…

Continua a leggere