Accertamento anticipato prima dei 60 giorni dal pvc nullo senza motivazione effettiva

Accertamento ante tempus, emesso prima di 60 giorni nullo senza effettive ragioni d’urgenza L’accertamento emesso prima di 60 gg dal pvc, rende nullo l’accertamento, senza le effettive ragioni d’urgenza, che non basta siano evidenziate nell’accertamento, ma devono effettivamente essere fondate e sussistenti. La violazione è applicabile anche ai tributi armonizzati…

Continua a leggere

Avvisi di addebito Inps come difendersi

Avvisi di addebito Inps, tutto quanto c’è da sapere per difendersi Dal 01/01/2011 l’INPS non emette più cartella di pagamento, l’avviso di addebito costituisce titolo esecutivo per l’iscrizione a ruolo, è indispensabile impugnarlo entro 40 gg dalla notifica tramite rito del lavoro. All’Inps non è consentito fare un rateizzo più…

Continua a leggere

Lieve inadempimento e i pericoli della decadenza dal rateizzo degli accertamenti o degli avvisi bonari.  

In materia di rateizzi di avvisi bonari o di accertamenti, la decadenza comporta l’applicazione della sanzione per intero. Se non siete sicuri di poter pagare il rateizzo è consigliabile definire le sole sanzioni, in ogni caso c’è il ravvedimento, la causa di forza maggiore e l’istituto del lieve inadempimento che…

Continua a leggere

Il processo verbale di constatazione in una verifica fiscale

Il processo verbale di constatazione (pvc) in una verifica fiscale Firmare senza contestare equivale ad accettare ciò che contestano i verificatori, possono essere presentate memorie entro 60 gioni dal rilascio e l’agenzia delle entrate non può notificare  salvo giustificata urgenza, l’accertamento prima dei 60 giorni concessi al contribuente. L’ufficio delle…

Continua a leggere